artinmovimento.com

Dal 6 al 13 maggio il Tirana Open 1 Festival

11188158_555489954590739_1359579543664079763_n

Ci eravamo lasciati a Novembre, con la visita alla mostra Bunk’Art. Torniamo ora (virtualmente) a Tirana per l’Open 1 Festival. La Capitale albanese si accende in questi giorni di cultura e arte.. Tirana Open 1 presenta la prima iniziativa di questo genere nei Balcani, riunendo sotto un unico ombrello una serie senza precedenti di istituzioni culturali albanesi e internazionali, presentando un ricco programma multidisciplinare di mostre, eventi e interventi pubblici. Riflettendo su una città che è insieme un antico centro romano, un avamposto ottomano, archetipo del Novecento italiano, sogno utopico fascista, un esempio di brutalismo staliniano, e infine modello di…

Ci eravamo lasciati a Novembre, con la visita alla mostra Bunk’Art. Torniamo ora (virtualmente) a Tirana per l’Open 1 Festival.
11188158_555489954590739_1359579543664079763_nLa Capitale albanese si accende in questi giorni di cultura e arte..
Tirana Open 1 presenta la prima iniziativa di questo genere nei Balcani, riunendo sotto un unico ombrello una serie senza precedenti di istituzioni culturali albanesi e internazionali, presentando un ricco programma multidisciplinare di mostre, eventi e interventi pubblici.
Riflettendo su una città che è insieme un antico centro romano, un avamposto ottomano, archetipo del Novecento italiano, sogno utopico fascista, un esempio di brutalismo staliniano, e infine modello di una contemporanea (non) architettura impazzita, Tirana Open 1 esplora l’ambiente locale come un vibrante laboratorio di ibridazioni culturali e un modello alternativo per lo sviluppo urbano e il coinvolgimento del pubblico.tulla-214x300
“paMUR”, la sezione dedicata all’arte contemporanea, presenta un progetto speciale per rendere omaggio all’artista sudafricano William Kentridge. Partecipano a questa sezione Yuri Ancarani della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino, Olivo Barberi del MAXXI di Roma, il Collettivo DZT (Stefano Romano e Eri Çobo) del TICA (Tirana Institute of Contemporary Art, Elis Gjoni di ArtKontakt (Tirana), Cauleen Smith del Museum Of Contemporary Art di Chicago, Driant Zeneli della Fondazione Pistoletto di Biella, e altri ancora. La Biennale Musica di Venezia e la compagnia di opera contemporanea Cantieri Teatrali Koreja gireranno l’Albania con la loro acclamata produzione “Katër i Radës. Il Naufragio”. Il Festival ha nel programma i concerti della importanti band Fanfara Tirana e Gipsy Groove ospiti da Tulla Sounds.
C’è poi l’area Film, che prevede una selezione di documentari a cura del TIFF (Tirana International Film Festival). E ancora alcuni progetti legati all’architettura e all’urbanistica, small_logo_mk_bardh_e_zi_smallcome ULTRA (Laboratorio Urbano Tirana Albania) che monterà il suo festival annuale di commenti e idee sulla vita urbana e sullo spazio costruito, nel contesto di continuo mutamento della città di Tirana, a cura di Elian Stefa.
Infine, per la sezione libri e letteratura, la fiera ospiterà i maggiori editori dell’Albania, reading e incontri, l’assegnazione del Premio Ardian Klosi per il miglior saggio. Ospite speciale sarà lo scrittore Roberto Saviano nella mattinata di Lunedì 11 maggio.
Direttori del Festival sono Arlinda Dudaj, Helidon Gjergji & Vladimir Myrtezai-Grosha, sotto gli auspici del Primo Ministro Edi Rama e del Ministero della Cultura.
Chiara Trompetto
[Fonti delle immagini: tiranaopen.org, kultura.gov.al]

More in Cultura

Most popular