artinmovimento.com

39 film per il terzo Life Beyond Life Film Festival

Saranno 6 lungometraggi, 5 documentari, 14 cortometraggi e 6 doc shorts e 8 prodotti di Art Movie a concorrere per gli allori della terza edizione del Life Beyond Life Film Festival, proposto dall’Università Popolare ArtInMovimento, in sinergia con l’Associazione Culturale SystemOut, l’A.R.E.I. (Afterlife Research and Education Institute) e il Religion Today Film Festival. Collegato con i convegni internazionali Andare Oltre. Uniti nella Luce e Oltre l’Oltre, il LBLFF si focalizza sui temi escatologici per lo più legati alla vita oltre la vita, e accoglie prodotti cinematografici, provenienti praticamente da tutto il mondo, che trattano l’evento morte, il concetto di destino…

Saranno 6 lungometraggi, 5 documentari, 14 cortometraggi e 6 doc shorts e 8 prodotti di Art Movie a concorrere per gli allori della terza edizione del Life Beyond Life Film Festival, proposto dall’Università Popolare ArtInMovimento, in sinergia con l’Associazione Culturale SystemOut, l’A.R.E.I. (Afterlife Research and Education Institute) e il Religion Today Film Festival. Collegato con i convegni internazionali Andare Oltre. Uniti nella Luce e Oltre l’Oltre, il LBLFF si focalizza sui temi escatologici per lo più legati alla vita oltre la vita, e accoglie prodotti cinematografici, provenienti praticamente da tutto il mondo, che trattano l’evento morte, il concetto di destino e le esperienze di medium, channeler e ricercatori spirituali.

I 429 film giunti attraverso la piattaforma Filmfreeway (415) e Festhome (14), sono stati analizzati da una commissione giudicatrice in doppia battuta: da quest’opera minuziosa è emersa la line up che quest’anno prevede il 9% degli arrivi.

I 39 film selezionati provengono da 25 paesi differenti in rappresentanza dei cinque continenti: Australia, Belgio, Brasile, Canada, Cina, Colombia, El Salvador, Francia, Germania, Grecia, India, Iran, Irlanda, Israele, Italia, Marocco, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Serbia, Slovacchia, Spagna, Sud Africa, Tunisia e USA. Il 55 % dei prodotti selezionai è europeo e ciò testimonia l’interesse del vecchio continente rispetto a questi temi, precisa Annunziato Gentiluomo, ideatore, cofondatore e direttore artistico del Life Beyond Life Film Festival.

Oltre all’incremento del 70% degli arrivi, questa terza edizione si caratterizza per cinque sezioni con altrettante giurie internazionali. Inoltre, come lo scorso anno, la proposta di visione sarà mista: una selezione occuperà per tre giorni, dal 26 al 28 marzo, l’Ambrosio Cinecafè di Torino (corso Vittorio Emanuele II, 52), e sarà ad ingresso libero, e tutti i film della line up che ne hanno dato autorizzazione, saranno fruibili dal 26 marzo fino al 9 aprile, giorno di Pasqua, on demand su un canale Vimeo dedicato per raggiungere anche chi è lontano, ma che è interessato a questi temi.

Stiamo crescendo in qualità e in numeri. Dalla prima alla terza edizione ben il 113% di incremento dei film giunti. Un dato importante perché testimonia l’interesse degli autori nei confronti della tematica in questione e il buon posizionamento del nostro festival che inizia ad avere una certa visibilità e riconoscibilità. La maggior parte dei film selezionati si caratterizza per una forte intensità spirituale e per una verve di ricerca nel campo: sono tutti capaci realmente di indurre significative riflessioni, afferma Andrea Morghen, cofondatore e Direttore della Programmazione del Festival.

C’è una gioia contagiosa mista alla frenesia dell’ultima settimana di lavoro prima del festival. Siamo orgogliosi di vedere il Life Beyond Life, un unicum al mondo, crescere e piano piano divenire un momento di incontro tra autori e tra questi e gli spettatori in ricerca. Ci aspettiamo dal pubblico una buona risposta quest’anno, precisa Matteo Valier, cofondatore e Operations Manager dell’evento internazionale.

L’investimento di tempo e risorse è grande perché, crescendo i numeri, aumentano gli aspetti da considerare, ma siamo contenti.

Abbiamo creato un team che crede nella rilevanza sociale di questo festival e nel suo essere capace di fare divulgazione sulle tematiche inerenti al paranormale e affini. Ognuno democraticamente porta il suo punto di vista e la propria sensibilità e, in un’opera di amalgama creativa, stiamo dando vita a un modo di lavorare veramente partecipato. Siamo diciotto amici – Andrea Morghen, Matteo Valier, Antonello Schioppa, Giacomo Tinti, Simone Semprini, Evelyn Meuren, Donato Saracino, Fabrizio Salvati, Samuele Maritan, Leonardo Moiso, Kristian Xipolias, Simone Rinolfi, Roberto Valente, Lucio Toma, Fabrizio Odetto, Giuseppe Sgambellone, Francesco Romeo  e io – e riteniamo che il cinema sia un canale perfetto per parlare dei temi legati all’Oltre per la sua capacità immersiva e per il potere delle immagini in movimento.

Il festival si collega a un filone di ricerca che caratterizza la settima arte e che vede in “Nosso Lar”, “Il sesto senso”, “The others”, “Al di là dei sogni”, “Hereafter”, “Ghost”, “La sposa cadavere”, “Charlie – Anche i cani vanno in paradiso”, “Prossima fermata: paradiso”, “Il paradiso per davvero”, “Always”, “Amabili resti”, “The Good Place”, “Dead like me”, “Soul survivors”, “After.Life”, “Coco” e “Soul” sua espressione. Ne stiamo raccogliendo tanti altri inediti proveniente da diverse parti del mondo e che difficilmente si potrebbero vedere se non attraverso eventi festivalieri come il nostro. Ed è per questo che ci aspettiamo un pubblico numeroso che abbia voglia di gustarsi la nostra proposta e riflettere, in modo originale, sul grande tabù che è la morte e sul mistero legato a “colei che si ama più di tutti” e che ci segue da quando nasciamo, conclude Annunziato Gentiluomo.

Si ricorda che l’evento è patrocinato dalla Bimed – Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo -, dall’Asi Settore Arti Olistiche e Orientali, dalla Fondazione per la Salutogenesi Onlus e dalla CNUPI, e vanta tra i suoi partners culturali l’Associazione Ghost Hunters, la Casa di Distribuzione Quasi Cinema, il Filmmaker Day, il Collateral 102 e il Koqix e Psiche 2 Edizioni.

Il main media-partner è ArtInMovimento Magazine (http://artinmovimento.com/) con la sua webradio (https://www.spreaker.com/user/artinmovimento), affiancato da ArtApp, Mondo Nuovo News, Il Giornale dei Misteri, Tv Alvorada Espirita, K1 Digital, Arte Settima, CameraLook, Central do Cinema, Karma News, Fotogrammi, Psicofilm, Piemonte Che Cambia e Mètis News.

ArtInMovimento Ufficio Stampa cura la relazione con i media.

Per chi volesse sostenere liberamente il LBLFF può fare una donazione cliccando su questo URL di Paypal https://www.paypal.com/donate?token=ugWp-qtbWprthO5JzYCJGbVW5HVGLoQvAiaOIRCamoZCz3lhVbNA1zw-cNiYPrVXk1cpSMrYxrd2DO8j.

Un evento da non perdere. Una programmazione interessante. Film per riflettere e per indurre a pensare… E poi perché non avere paura della morte?

Francesco Romeo

More in Cultura

More in Operissima

Most popular

Most popular

Most popular