artinmovimento.com

L’ipnosi come leva del risveglio. Un grazie a Vincenzo D’Amato.

Si parla tanto di risveglio oggi. Ma cosa è? Intanto il termine indica l’atto di destarsi, il momento che determina la fine del sonno. Chiaramente a noi interessa il senso figurato che rimanda al concetto di iniziazione e/o miglioramento extra-spirituale. Infatti in tal senso risveglio e rinascita sono concetti molto simili, giacché entrambi presuppongono un nuovo inizio, un cambio di direzione. Nella mia pratica di operatore olistico, accanto al Reiki, allo Shiatsu e alla Mindfulness, mi sono accorto che l’ipnosi può essere una leva straordinaria per attivare questo risveglio giacché lavoro in profondità sui nodi più complessi di ciascun individuo,…

Si parla tanto di risveglio oggi. Ma cosa è? Intanto il termine indica l’atto di destarsi, il momento che determina la fine del sonno. Chiaramente a noi interessa il senso figurato che rimanda al concetto di iniziazione e/o miglioramento extra-spirituale. Infatti in tal senso risveglio e rinascita sono concetti molto simili, giacché entrambi presuppongono un nuovo inizio, un cambio di direzione.

Nella mia pratica di operatore olistico, accanto al Reiki, allo Shiatsu e alla Mindfulness, mi sono accorto che l’ipnosi può essere una leva straordinaria per attivare questo risveglio giacché lavoro in profondità sui nodi più complessi di ciascun individuo, liberandolo da ansie, schemi, paure e ripristinando in lui visioni più vicine al suo sé autentico. Essendo un ponte sull’inconscio il lavoro è realmente profondo e super efficace.

Sono stato fortunato a incontrare come coach Vincenzo D’Amato. A lui devo molto in quanto con cura, attenzione, generosità e professionalità mi ha introdotto e formato nel mondo dell’ipnosi, formazione che non ha mai fine giacché Vincenzo è veramente un’esplosione di innovazione e creatività. Ho rifrequentato dei corsi accorgendomi di come nella sua didattica nulla fosse scontato, di come riuscisse a rispondere con estrema chiarezza a tutti i questi posti dai partecipanti, sempre diversi e assolutamente eterogenei, di come con padronanza aiutava tutti a superare i primi limiti e le iniziali titubanze.

Un grande ipnologo, una persona autentica che si mette in gioco e che sta dando un contributo significativo a chi ha la fortuna di incontrarlo: un coach che ti spinge avanti e che motiva con sagacia.

A lui il mio grazie, grazie che manifesto ad ogni sessione di ipnosi che faccio, in cui sempre mi domando “cosa farebbe Vincenzo al mio posto?”: così facendo mi arrivano subito delle intuizioni particolari. Mi ha dato una solida preparazione che sta facendo fruttare al servizio di chi ha bisogno: spero che lui sia soddisfatto del mio operato e della mia crescita.

I suoi percorsi di formazione sono veramente speciali, orientati alla pratica e ricchi di teoria: è sempre nutriente prenderne parte come anche avere la possibilità di collaborare con lui, come è successo a me! Il suo punto di vista è veramente originale e come comunicatore ci sa veramente fare: riesce a veicolare con estrema chiarezza concetti complicatissimi.

Quindi se il mondo dell’ipnosi ti interessa, bussa alla porta di Vincenzo D’Amato… è una garanzia! Il prossimo modulo sarà quello di Ipnosi Non Verbale l’1 e il 2 luglio presso l’Associazione Culturale Artepozzo, in Cascina Pozzo, Cascina Pozzo. Ci sono ancora dei posti… perché non provare? Per informazioni, si può scrivere a Rossella via whasapp allo 0692947716.

Annunziato Gentiluomo

More in Cultura

More in Operissima

Most popular

Most popular