artinmovimento.com

Veramente un bel “Concerto per la Pace” a Pirgo di Grotteria

Ieri sera, 2 gennaio 2023, presso la Parrocchia San Nicola de Protonotariis, sita a Pirgo di Grotteria (RC), Don Giuseppe Giovinazzo e l’Associazione Adiemus hanno proposto il Concerto per la Pace con le musiche curate dall’Adiemus Ensemble, per la direzione artistica del Maestro Giuseppe Iovine. Più di un’ora di sonorità ben orchestrate, ben amalgamate tra di loro e con volumi equilibrati. Partiture provenienti da generi diversi hanno composto il programma della serata diviso in due parti, la prima strumentale e la seconda con due voci soliste, presentate con eleganza dal pianista Pascal Mascaro. E abbiamo avuto la possibilità di ascoltare brani…

Ieri sera, 2 gennaio 2023, presso la Parrocchia San Nicola de Protonotariis,
sita a Pirgo di Grotteria (RC), Don Giuseppe Giovinazzo e l’Associazione Adiemus hanno proposto il Concerto per la Pace con le musiche curate dall’Adiemus Ensemble, per la direzione artistica del Maestro Giuseppe Iovine. Più di un’ora di sonorità ben orchestrate, ben amalgamate tra di loro e con volumi equilibrati. Partiture provenienti da generi diversi hanno composto il programma della serata diviso in due parti, la prima strumentale e la seconda con due voci soliste, presentate con eleganza dal pianista Pascal Mascaro.

E abbiamo avuto la possibilità di ascoltare brani della tradizione natalizia, di musica da camera e overture di opere famose, il tutto offerto a un pubblico attento e partecipe, con un ritmo incalzante, quasi ipnotico. Si sono susseguite in ordine Carol of the bells, Te Deum di Lully, Palladio di Jenkins, Rossini Music, Moldava di Smetana, Have yourself, Ave Maria di Caccini, Medley Morricone, Gloria (della Missa Pro Pace), Pie Jesu di Webber, The prayer di Foster e Oh Holy Night (canto tradizionale).

A comporre l’ensemble dieci musicistiClaudio Comito (Flauto), Giuseppe Iovine, Francesco Novello e Daniele Lorenti (Clarinetto), Aldo Bruno (Sax), Antonio Tucci (Corno), Francesco Drago (Tromba), Antonio Rizzuto (Trombone), Pascal Mascaro (Pianoforte) e Antonio Bastone (Percussioni) -, tutti all’altezza della serata ed espressione della provincia di Crotone. Gli insigni maestri, dai curricula assolutamente pregevoli, si sono mossi con estrema precisione, guidati con impeto e grande controllo dal Maestro Damiano Morise che ha curato gli arrangiamenti inediti e meritevoli di grande plauso.

I solisti della serata sono stati il soprano Valeria Bastone e il tenore Alessandro Stancato. Giovani cantanti dalle piacevoli vocalità che, nonostante siano ancora in formazione, hanno retto egregiamente il palco, confrontandosi con un programma variegato, non sempre perfettamente idoneo al loro registro vocale. Di questo bisogna prendere atto e rendere ai due artisti merito di essere stati duttili e aver portato a termine con grazia la propria performance.

In sintesi una serata di alta cultura, al centro della quale vi è stata la musica di ogni stile e tempo. Un’occasione per meditare sul potere dell’arte, espressione del Divino. Una serata nutriente e ben realizzata, dove la calabresità ha fatto centro.

Il nostro sincero ringraziamento va a Don Giuseppe Giovinazzo, parroco della Chiesa San Nicola de Protonotariis, che, seguendo il suo intuito, ha saputo essere un Deus ex machina veramente impeccabile. Ha ben celebrato, con un giorno di ritardo, la Giornata mondiale della Pace, proponendo i passi più salienti del messaggio di Papa Francesco, sottolineando a tutti il tema Nessuno si salva da solo, ricordando a tutti la responsabilità dei singoli a essere artefici di pace e costruttori di ponti, e ricorrendo al linguaggio universale della musica, capace di ispirare e parlare ai cuori bypassando la mente.

Annunziato Gentiluomo

More in Cultura

Most popular