Le Giurie del terzo Life Beyond Life Film Festival

Mancano quattro giorni alla terza edizione Life Beyond Life Film Festival, proposto dall’Università Popolare ArtInMovimento e dall’Associazione Culturale SystemOut, in sinergia con l’A.R.E.I. (Afterlife Research and Education Institute) e col Religion Today Film Festival, evento che si terrà sia live, dal 26 al 28 marzo, presso l’Ambrosio Cinecafè a Torino, sia on demand su un canale Vimeo dedicato, raggiungibile da questo URL https://vimeo.com/showcase/9736287, fino al 9 aprile.

In questa sede l’organizzazione annuncia la composizione delle cinque giurie internazionali che andranno a decretare il Miglior Lungometraggio, il Miglior Documentario, il Miglior Art Movie, il Miglior Cortometraggio, il Miglior Doc Short, e stabiliranno per ogni categoria altri allori specifici.

La Giuria Lungometraggi, presieduta dal regista Giovanni Coda, è composta da Simone Semprini, PhD in Software Engineering, programmer per il Religion Today Film Festival e giurato in diversi festival internazionali del cinema (coordinatore di giuria); dal regista Ronni Thomas; da Riccardo Cristiani, ricercatore, traduttore editoriale indipendente e critico cinematografico; da Maddalena Merlino, filmmaker e responsabile acquisizioni streeen.org; e da Eduardo Ricciardelli, autore teatrale, attore e aiuto regista.

La Giuria Documentari, presieduta da Johan Nepomuk Maier, ricercatore spirituale, conferenziere e video-maker, prevede la presenza di Alessandro Di Maio, regista e sound-designer (coordinatore di giuria); del documentarista Robert Lyon; del documentarista Ignazio Figus; del regista Kristian Xipolas; di Gianfranco Speranza, sceneggiatore e regista di film per ragazzi e fotografo professionista; e di Eleonora Tosco, Comunicatrice Pubblica per la Salute, filologa e amante della settima arte.

La Giuria Cortometraggi, presieduta dal regista Derrick Lui, è formata dal regista e sceneggiatore Antonello Schioppa (coordinatore di giuria); da Lucio Toma, autore di corti, documentari, prodotti di video-arte e video musicali, e referente dell’agenzia di distribuzione di cortometraggi Quasicinema; dal regista e direttore artistico Marco Gatti; dal critico cinematografico Giacomo Tinti; dall’insegnante e curatrice di eventi Consuelo Daneo; e dall’ attore Giuseppe Sgambellone.

La Giuria dei Doc Shorts, presieduta da Mario Guerra fotografo italiano, artista, professionista e docente, conta sulla presenza dell’ingegnere e cinefilo, Fabrizio Salvati (coordinatore di giuria); del regista e documentarista Nicolas Gauthier; del docente di cinema e di estetica Hernando Gomez Gomez; dell’artista visiva e documentarista Elvira Sánchez López; e del ricercatore del paranormale Daniele Cipriani.

La Giuria Art Movie, presieduta da R. Craig Hogan Ph. D. (Presidente), autore e Presidente dell’A.R.E.I., è composta dall’incisore e grafico Samuele Maritan (coordinatore di giuria); dal compositore e regista Cosimo Morleo; dal designer Leonardo Moiso, cofondatore di OrtometraggiFilmFestival; dall’ingegnere-architetto e traduttrice Evelyn Meuren, operatore olistico e referente Arei Europe; e dalla docente e traduttrice Claudine Marquet.

Accanto alle cinque giurie tecniche, ce ne saranno altre tre.

La prima è una Giuria di Giovani, composta da alcuni studenti dell’Istituto Albe Steiner. Coordinati dai docenti Enrico Le Pera e Martina Antonaccio, attribuiranno al miglior cortometraggio il Premio Giovani A. Steiner. La sinergia è stata accolta con grande entusiasmo della DS Patrizia Tarantino.

La seconda, invece, battezzata Giuria 12.0, in quanto formata da ragazzi di età non superiore ai dodici anni, decreterà, tra un selezione ad hoc per la loro età, il proprio Migliore Corto.

La terza è formata da tre stagisti dell’Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore Luigi Des Ambrois di Oulx (TO), che stanno affiancando lo staff nel settore comunicazione istituzionale e gestione dei canali social: attribuiranno il premio alla Migliore Animazione.

Come lo scorso anno, assegneranno, infine, il Premio come Migliore Colonna Sonora Carmelo Spoto, musicista, pianista, pluripremiato a livello internazionale; la musicologa Vixia Maggini Ph.D., docente di musica ed esperta del Metodo Gordon; e André Ruiz Luiz, pianista e medium, referente della Comunità Spiritista Brasiliana.

Cinque giurie professionali composte da membri provenienti da ambiti cinematografici, dal paranormale e dal mondo dell’arte e della comunicazione, per offrire il proprio punto di vista nella visione dei trentanove prodotti che hanno passato il vaglio del comitato di selezione, afferma Matteo Valier, l’Operations Manager dell’evento internazionale.

Una risposta entusiastica da parte di tutti i giurati che per questa terza edizione del Life Beyond Life Film Festival stanno facendo un lavoro meticoloso e di grande attenzione. Per quanto mi riguarda, sono orgoglioso di come sta evolvendo il Life Beyond Life Film Festival e della collaborazione in essere col Religion Today Film Festival, di cui sono direttore, precisa Andrea Morghen, Director of Programming del Festival.

Meravigliosa l’idea del direttore artistico di inserire altre tre giurie speciali: quella degli studenti dello Albe Steiner di Torino, quella degli stagisti dello Des Ambrois di Oulx e quella degli under 12. Ritengo sia un modo creativo per sensibilizzare a una tematica così importante i giovani, rendendoli protagonisti e responsabilizzandoli in un ruolo cruciale per un festival di respiro internazionale, aggiunge Alessandro Di Maio, Referente del Comitato di Selezione.

Il Life Beyond Life Film Festival sta crescendo e si sta profilando come qualcosa di veramente originale. Le Giurie si stanno confrontando con una selezione assolutamente pregevole. Tutti i giurati sono al lavoro per un’opera di pre-valutazione, cui seguirà un confronto corale. Vincerà sicuramente il migliore. Come Direzione artistica, attribuiremo qualche premio tecnico e assegneremo la tradizionale Menzione Andare Oltre, conclude Annunziato Gentiluomo, Direttore Artistico del Life Beyond Life Film Festival.

Si ricorda che l’evento è patrocinato dalla Bimed – Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo -, dall’Asi Settore Arti Olistiche e Orientali e dalla Fondazione per la Salutogenesi Onlus, e vanta tra i suoi partners culturali l’Associazione Ghost Hunters, la Casa di Distribuzione Quasi Cinema, il Filmmaker Day, il Collateral 102 e il Koqix. I media-partners sono ArtInMovimento Magazine con la sua webradio, ArtApp, Mondo Nuovo News, Il Giornale dei Misteri, Tv Alvorada Espirita, K1 Digital, Arte Settima, CameraLook, Cinema4Stelle, Karma News, 1977 Magazine, Fotogrammi, Piemonte Che Cambia, Mètis News, Psicofilm, mentre ArtInMovimento Ufficio Stampa cura la relazione con i media.

Cosa dire? Giurie composite, costituite da professioni di provenienza diversa, sicuramente all’altezza del suo ruolo.

Francesco Romeo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo è il testo del banner.
Maggiori informazioni